Cose che dovete sapere! Scoprite tutti i segreti della Sagrada Familia.

Il progetto della Sagrada Familia fu progettato per permettere la costruzione anche dopo la morte di Gaudi.

Gaudí immaginava la Sagrada Familia con forme geometriche pure e semplici. Pertanto, egli assicurava che qualsiasi architetto sarebbe stato in grado di comprendere i piani e applicarli al fine di continuare la costruzione della Basilica dopo la scomparsa di Gaudí. Quest'ultimo sapeva bene che non avrebbe visto la fine del suo lavoro prima della sua morte e ha progettato i piani della facciata in vetro-il modello di cui è stato distrutto nel 1936-in modo che i futuri architetti basare il loro lavoro sui piani di Gaudí. Tuttavia, Gaudí ha voluto ogni generazione dell'architetto per portare il suo proprio stile alla Sagrada Familia. Voleva che ogni parte della Basilica fosse costruita separatamente, una dopo l'altra, per assorbire nuovi stili architettonici nel corso degli anni.

La Sagrada Familia ha tre facciate ognuna con un significato speciale.

La prima facciata, quella della Natività, è stata costruita nel 1935 e rimane l'unica facciata ad essere stata completamente immaginata da Gaudí, quest'ultimo diretto direttamente la sua costruzione. Rappresenta la nascita di Gesù Cristo, simboleggiata dall'alba a nordest. La facciata rappresenta anche elementi della natura e della creazione della vita.

La seconda facciata, quella della passione, molto più pura e dedicata alla sofferenza di Cristo durante il suo nodo. La facciata doveva rappresentare i peccati degli uomini. Molti architetti hanno lavorato su questa facciata cercando di rimanere fedeli allo stile di Gaudí portando il loro tocco personale. La facciata si affaccia ad ovest di fronte al sole, simbolo della morte di Cristo.

La terza facciata, quella della gloria, è la più imponente della Sagrada Familia, ma è ancora in costruzione. È dedicato alla gloria di Gesù e la via per il Regno eterno attraverso la morte, il giudizio finale, e la gloria.

La costruzione della Basilica di lunga durata è stata finanziata soltanto dalle donazioni.

La Basilica della Sagrada Familia ricevette il titolo di Tempio espiatorio perché la sua costruzione non fu mai supportata da aiuti finanziari dello stato o della Chiesa. Infatti, per molti anni la costruzione della Basilica fu finanziata dai patroni. La Sagrada ricevette quindi molti fondi privati, donazioni o elemosine. Questi fondi sono stati utilizzati esclusivamente per la costruzione del sogno di Gaudí. Oggi le donazioni alla Sagrada Familia sono più scarse e la maggior parte della costruzione è finanziata dai visitatori pagati dai visitatori per visitare il tempio.

La Sagrada Familia è il monumento più visitato in Spagna

Con quasi 3 milioni visitatori ogni anno, il capolavoro di Gaudí-Classificato come patrimonio mondiale dall'UNESCO-va oltre l'Alhambra de Granada e il Museo del Prado di Madrid. Oggi è il monumento più accogliente in Spagna.

I lavori di Gaudí sono stati a lungo screditati

Antoni Gaudí (25 giugno 1852-10 giugno 1926) è stato a lungo frainteso dal grande pubblico e il suo lavoro è stato a lungo screditato. Negli ultimi anni della sua vita, Gaudí non aveva nulla, nessuna famiglia, denaro o proprietà. Questo è uno dei motivi per cui ha dedicato i suoi ultimi anni alla costruzione della Basilica. Gaudí ha avuto anche problemi di salute ed è stato preso per un mendicante.

Il 7 giugno 1926, mentre andava alla Chiesa di San Felipe Neri sulla Gran Via delle corti catalane, Gaudí fu colpito da un tram. A causa del suo aspetto trascurato e perché non aveva documenti di identità, passanti lo portò per un vagabondo. Dopo alcuni minuti sdraiati in mezzo alla strada quasi inconscio, Gaudí è stato portato in ospedale Santa Creu in taxi. Là è stato riconosciuto dal priest della Chiesa di Sant Felipe Neri ed è morto delle sue ferite all'età di 73 anni. Fu sepolto il 12 giugno in una cripta nella Sagrada Familia, circondata da migliaia di persone che sono venute a pagare l'ultimo tributo al bambino prodigio di Barcellona.

Dopo la sua morte, le sue opere furono ampiamente criticate e dimenticate. Fu solo nel 1950, quando artisti come Salvador Dalí o il famoso architetto Josep Luis Sert rendevano omaggio a tutta la sua opera, che Gaudí è stato giustamente riconosciuto come il genio che era.

La costruzione della Sagrada Familia sarà più lunga di quella della piramide di Kheops

La costruzione della Basilica iniziò nel 1882 e doveva finire nel 2026 o 2028 per il centenario della scomparsa di Gaudí. Storicamente parlando, la costruzione della Sagrada Familia sarà più lunga di quella della grande piramide di Giza. Infatti, quest'ultimo ha preso 20 anni per essere costruito mentre la Sagrada Familia ha preso tra 146 e 148 anni per essere completato.

Le curve della Basilica hanno un significato

Antoni Gaudí ha progettato la Sagrada Familia, come la maggior parte delle sue opere, con curve deformi. Secondo Gaudí, le linee pure e rette non esistono in natura, così il tempio-che riflette la natura, la vita e la morte-non deve essere costruito con linee rette. Come un simbolo della natura, le colonne della Sagrada Familia sono state costruite in forme di radice in modi per sostenere il tempio da solo, come le radici che sostengono un albero.

Sagrada Familia atti vandalici noti

Durante la guerra civile spagnola nel 1936, la Sagrada Familia fu preda di numerosi atti vandalici. In effetti, la cripta dove è stato sepolto Gaudí è stato vandalico e una gran parte del laboratorio di Gaudí è stato bruciato. Molti progetti e modelli della Sagrada Familia scomparvero quel giorno. Con la volontà di architetti come Francesc Quintana, Isidre Puig o Luís Bonet, e con solo poche istruzioni e piani lasciati da Gaudí, la costruzione della Sagrada Familia ha continuato. Gli architetti hanno cercato di rimanere fedeli allo stile di Gaudí, ma hanno anche portato il proprio stile nel rispetto del desiderio di Gaudí di coinvolgere ogni generazione nella creazione del tempio. Nell'aprile 2011, un nuovo atto di vandalismo scosse la stampa, un incendio è stato avviato in sacrestia da un piromane.

Secrets Sagrada Familia: è possibile osservare un "quadrato magico" sulla facciata passione

Questo è uno dei misteri del Tempio espiatorio. Sulla facciata della passione, troverete una piazza magica, un puzzle matematico con 15 cifre e il cui significato rimane un mistero completo fino ad oggi. Alcuni hanno trovato la costanza magica-quando si aggiungono tutti i numeri orizzontalmente e verticalmente-è il numero 33, come l'età del Cristo quando è stato crocifisso. Lo stesso numero 33 appare anche nel Parc Guell (anche immaginato da Gaudí) dove la somma delle scale arriva a 33.

Altri sostengono che il numero 33 del quadrato magico rappresenta il rango più alto che può essere raggiunto all'interno della Massoneria. Infatti, Gaudí era probabilmente un massone, proprio come il suo amico d'infanzia Eduard era, come era il suo Guell, e perché Gaudí è Nato a Reus, una delle culle del franco-massoneria. Inoltre, all'interno del quadrato magico, il numero 12 non compare, così contraddicendo le regole matematiche della piazza. Una spiegazione sarebbe che Gaudí ha intenzionalmente oscurato il numero 12 per negare l'esistenza dei 12 Apostoli. In ogni caso, questa piazza magica rimane un mistero che Gaudí portò con sé nella sua tomba.

I tour della Basilica hanno un significato religioso

Quando la Basilica sarà completata, la Sagrada Familia avrà 18 torri. 12 sarà dedicato agli Apostoli, 4 ai Vangeli, uno a Gesù e uno a Maria. La torre più alta raggiungerà i 170 metri di altezza.

L'altezza della Sagrada Familia in un lungo periodo è stato studiato da Gaudí

Secondo Antoni Gaudí, nulla dovrebbe essere più maestoso della natura. Questo è il motivo per cui Gaudí ha riflettuto a lungo sulle dimensioni della Basilica. Alla fine decise che la torre più alta, la Torre del Salvador ("Torre del Salvatore") avrebbe raggiunto i 170 metri di altezza, un metro in meno rispetto alla montagna del Montjuic. Secondo Gaudí, nessun lavoro umano dovrebbe andare oltre il lavoro di Gaudi. Il lavoro di Gaudi è bruciato, la costruzione riprende nel 1952 secondo i piani e modelli esistenti.

La Sagrada dovrebbe essere in grado di ospitare più di 13.000 persone, e gli stand, sulle navate laterali, un coro di 1.500 persone. L'intero edificio è un'allegoria della religione cristiana.

È estremamente difficile fornire un programma per il futuro, la complessità e l'importanza del progetto rendono praticamente impossibile fino ad oggi il tempo necessario per costruire i restanti dieci turni.

Il fattore più importante è la volontà ferma di un gran numero di persone che desiderano contribuire al completamento del tempio. E realizzare i desideri di Gaudi, "una cattedrale aperta a tutti", e che esprimerà la fede spirituale del messaggio cristiano, un luogo della fraternità per tutti.